giovedì 2 gennaio 2014

GLI ELEMENTI - Tenzin Wangyal Rinpoche - Guarire con la Forma, l'Energia e la Luce - Ubaldini

GLI ELEMENTI (pag.22)

...
Il corpo umano è frutto di un'evoluzione millenaria in relazione all'ambiente fisico, una storia che risulta evidente nel piacere che proviamo di fronte alla bellezza della natura: il rapporto con gli elementi naturali può guarire e restituire vitalità. Ci piace la terra pulita del deserto o del suolo fertile del giardino. Andiamo in vacanza sull'oceano, sul fiume o sul lago. Ci rilassiamo con un bagno. Siamo affascinati dalle fiamme e godiamo del calore del sole o del fuoco nel camino. Facciamo un respiro profondo per calmarci, sospiriamo per liberarci dalla tristezza, andiamo in montagna per rinfrancarci all'aria pura. E il cielo, immagine esterna dello spazio, ci affascina con il suo colore, con gli eventi atmosferici, con la luce che lo pervade. Ci rilassiamo negli spazi vasti e aperti e ci sentiamo al sicuro negli spazi chiusi ed accoglienti. Ci sentiamo ansiosi di fronte alle distese sconfinate e i luoghi chiusi ci provocano un senso di claustrofobia. In un modo o nell'altro reagiamo.
Quando veniamo privati di uno degli elementi, lo desideriamo disperatamente. Nel deserto, siamo felici di incontrare l'acqua. Dopo una lunga permanenza in mare, ci viene voglia di baciare la terra. Quando fa freddo, corriamo verso il fuoco. I cinque elementi grossolani ci influenzano a livello profondo e istintivo, ma in genere, ci perdiamo in queste esperienze superficiali, senza renderci conto che l'esperienza degli elementi può metterci in comunicazione con il sacro e portarci alla guarigione, all'equilibrio e a una più profonda comprensione di noi stessi.
Cinque elementi possono sembrare pochi per spiegare la grande varietà delle cose e degli esseri, ma in realtà sono cinque sostanze diverse che si ramificano continuamente in suddivisioni ancora più sottili.
Questa suddivisione può essere applicata, per esempio, al corpo. Sul tronco si trovano cinque appendici principali: due gambe, due braccia e una testa. Ciascuna di essere si suddivide in altre cinque parti: le braccia e le gambe nelle cinque dita, la testa nei cinque organi di senso.
Una formulazione tradizionale descrive la carne come terra; il sangue e gli altri fluidi corporei come acqua; le energie elettriche  e chimiche e il calore del metabolismo come fuoco; il respiro, l'ossigeno e gli altri gas come aria; lo spazio occupato dal corpo e gli spazi all'interno del corpo, come pure la coscienza, come elemento spazio. Ognuno di questi organi può essere ulteriormente analizzato in termini di elementi: nella sola carne troviamo la solidità (terra), la coesione (acqua), la temperatura (fuoco), la mobilità (aria) e la consapevolezza (spazio). Queste suddivisioni possono essere applicate anche al sangue: solidità, fluidità, temperatura, movimento, spazio. E naturalmente, da ciascuna di queste suddivisioni possono essere analizzate altre cinque ramificazioni, finché, alla fine, tutto può essere ridotto alle energie essenziali dei cinque elementi.
Le interazioni fra i cinque elementi danno luogo non soltanto alle parti di cui si compone il sistema, ai corpi individuali e ai pianeti, al software dei computer e agli alberi, ma anche a tutti i regni dell'esistenza in ogni dimensione. Alla base della complessità di tutto ciò che esiste, si trova il dinamismo dei cinque elementi.


La comprensione degli elementi è una porta d'accesso facilitata alla comprensione di noi stessi; ogni esperienza è riconducibile a livelli elementali più sottili o più grossolani. I cinque elementi includono tutto e, di conseguenza, niente è completamente separato da tutto il resto: tutto si ripercuote su tutto. L'armonia ed il benessere nascono da un'equilibrata armonia dei cinque elementi. Nel nostro corpo, innanzi a tutto.

Nessun commento:

Posta un commento