martedì 4 febbraio 2014

IL POTERE DI ADESSO - Eckhart Tolle - Armenia

Oggi vi segnalo un estratto del libro di Eckhart Tolle,  poche parole per riflettere:

"Quando siete in viaggio, vi è certamente utile sapere dove state andando o almeno conoscere la direzione generica verso cui vi state muovendo, ma non dimenticate: l'unica cosa che in definitiva è reale riguardo al vostro viaggio è il passo che state compiendo in questo momento. E' tutto ciò che esiste.
Il percorso della vostra vita ha uno scopo esteriore e uno scopo interiore. Lo scopo esteriore è arrivare al vostro obiettivo o destinazione, portare a termine ciò che avete intrapreso, ottenere questo o quello, il che naturalmente implica il futuro. Ma se la vostra destinazione o i passi che pensate di compiere in futuro assorbono la vostra attenzione in misura tale da divenire più importanti per voi  del passo che state compiendo adesso, allora perdete completamente lo scopo interiore del viaggio, che non ha niente a che fare con il dove state andando o con il che cosa state facendo, ma riguarda esclusivamente il come. Non ha niente a che fare con il futuro, ma riguarda esclusivamente la qualità della vostra consapevolezza in questo momento. Lo scopo esteriore  appartiene alla dimensione orizzontale di spazio e tempo; lo scopo interiore concerne un approfondimento del vostro Essere nella dimensione verticale dell'Adesso senza tempo. Il vostro viaggio esteriore può essere composto da un milione di passi; il vostro viaggio interiore ne ha uno solo: il passo che compite in questo momento. Diventando profondamente consapevoli di quest'unico passo, vi rendete conto che contiene già in sé tutti gli altri passi nonché la destinazione. 
Questo unico passo allora si trasforma in un'espressione di perfezione, in un atto di grande bellezza e qualità. Vi avrà condotto all'Essere, e la luce dell'Essere risplenderà attraverso di esso.
Questo è sia lo scopo sia l'appagamento del vostro viaggio interiore, il viaggio dentro voi stessi."


In una quotidianità sempre di corsa, dove i gesti automatici regolano la nostra vita, il concetto del qui ed ora sembra qualcosa di irraggiungibile. La mente vaga ininterrottamente tra passato e futuro e il flusso dei pensieri dirige il nostro agire secondo gli schemi dell'abitudine e delle convinzioni che ci appartengono. 
Proviamo a cambiare prospettiva. Fermiamoci, respiriamo e assaporiamo profondamente qualche  attimo di pausa post lettura. Senza fretta, senza aspettative. Non è bellissimo?

Nessun commento:

Posta un commento