domenica 2 febbraio 2014

IL TAO E' TOTALITA' (Osho - Discorsi sul Tao-Te-Ching di Lao Tsu - Mediterranee)

"Il Tao è totalità.
La totalità è sempre imperfetta, perché è viva.
La perfezione è morta:
tutto ciò che raggiunge la perfezione muore.
Come può vivere al di là della perfezione?
Non ha più bisogno di vivere.
Ha negato il suo opposto,
e la vita esiste nella tensione degli opposti,
è il punto d'incontro degli opposti.
Se neghi il tuo opposto, puoi raggiungere la perfezione,
ma la totalità ti è negata;
ti mancherà sempre qualcosa."

All'inizio del percorso faticavo moltissimo a comprendere il dualismo manifestato. Pensavo al dolore e alla sofferenza. Pensavo alla guerra, alla rabbia, alla separazione ... Non riuscivo a coglierne il significato. Nella mia mente si confondevano mille perché senza risposta. 
Quando cambiai prospettiva d'osservazione, compresi che non avrei mai potuto assaporare la gioia senza aver sperimentato il dolore. Realizzai che la libertà dell'uomo non avrebbe potuto manifestarsi senza una possibilità di scelta, determinata, appunto, dal dualismo. Questo mi fece immediatamente rimettere in discussione il concetto di "Bene/Male", "Giusto/Sbagliato" al quale la nostra cultura ci ha abituato. 
Nella totalità è racchiusa la vita con le sue infinite sfumature, la crescita e l'evoluzione dell'uomo.





Nessun commento:

Posta un commento