martedì 29 aprile 2014

IL PIANO ASTRALE


Estratto da "IL GLOSSARIO TEOSOFICO" di  Helena Petrovna Blavatsky :

ASTRALE (Luce) (Occult.)  

La regione invisibile che circonda il nostro globo, come ogni altro, e che corrisponde al secondo Principio del Cosmo (il terzo principio è la Vita, di cui essa è il veicolo), al Linga Sharira o Doppio Astrale dell’uomo. Una Essenza sottile visibile solo all’occhio chiaroveggente, ed il più basso tranne uno (la terra) dei Sette Principi Cosmici o Akāshici. Eliphas Levi lo definisce il grande Serpente e il Drago dal quale s’irradia sull’Umanità ogni influenza malefica. È così; ma perché non aggiungere che la Luce Astrale non emana null’altro che ciò che ha ricevuto, che essa è il grande crogiuolo terrestre, in cui le basse emanazioni della terra (sia morali che fisiche) con le quali la Luce Astrale è alimentata, sono tutte trasformate nella loro essenza più sottile e irradiate di ritorno intensificate, così da divenire epidemiche - moralmente, psichicamente e fisicamente. Infine, la Luce Astrale è la stessa cosa che la Luce Siderale di Paracelso e degli altri filosofi Ermetici. “Dal punto di vista fisico, è l’etere della scienza moderna. In senso metafisico, spirituale, od occulto, l’etere è molto di più di quanto spesso si immagini. Nella fisica occulta e in alchìmia è ben dimostrato che non racchiude solamente nelle sue onde infinite la  promessa e potenza di ogni qualità di vita, di cui parla Mr. Tyndall, bensì anche la realizzazione della potenza di ogni qualità dello spirito. ....” (Iside Svelata Vol. I° pag. 49).


Oggi dedico un approfondimento a questo tema, per soddisfare una richiesta che mi è stata fatta. Ho estrapolato la definizione della Blavatsky perché rende molto bene l'idea di cosa questo piano rappresenti. Cerco di semplificarla: vibrazionalmente è il piano energetico sopra al nostro (la mia esperienza ha differenziato il piano eterico - l'aura della persona, il suo magnetismo - e il piano astrale come i componenti del piano animico - l'anima), quindi, quello più facilmente raggiungibile da tutti. Tant'è che ognuno di noi nel sonno ha viaggiato in astrale inconsapevolmente ... vi è mai capitato di svegliarvi di soprassalto con la sensazione di cadere dal letto per essere stati svegliati bruscamente? ... questa sensazione è la percezione fisica del rientro del corpo astrale nel corpo fisico. Per la sua accessibilità, nonostante uno scarso lavoro di consapevolezza, il piano astrale è spesso la fonte dei messaggi e delle percezioni che si leggono nel web. Per arrivare al piano Coscienziale, vibrazionalmente più elevato, è infatti necessario un lavoro su se stessi molto lungo e approfondito per giungere ad eliminare tutti i blocchi del piano animico  (Cosa sono questi blocchi? Le nostre paure e debolezze, i nostri schemi mentali ... si deve cioè raggiungere l'accettazione della propria totalità, divenire consapevoli del pensiero e affidare al cuore la direzione della mente ... questo processo apre le porte alla consapevolezza e, quindi, ad una frequenza vibrazionale più alta di quella materiale, dettata cioè dalla mente, dalle emozioni, dalle reazioni e dagli schemi mentali). Risulta evidente che percezioni e messaggi del piano astrale rispecchiano l'energia di chi ne diventa mezzo di trasmissione: il piano astrale  non emana null'altro di ciò che ha ricevuto nella sua essenza più sottile ed amplificata. Ritengo importante soffermarmi su questo punto: il viaggio astrale, che incuriosisce così tanto le persone, proprio per questo motivo può diventare molto pericoloso se non si è pronti ad affrontarlo. Come mai? Perché nell'astrale - specchio amplificato e fedele del nostro mondo - ritroviamo la manifestazione dei nostri pensieri ... difficile spiegarlo ... utilizzo un esempio pratico: faccio un viaggio astrale con alcune paure irrisolte (ciò significa che già nella fisicità ho un blocco o un rifiuto ad affrontarle e non so come gestirle) ... immaginiamo di aver paura dei serpenti ... nell'astrale basta un pensiero incontrollato (e un pensiero di paura è naturale quando esploriamo qualcosa che non conosciamo) che la nostra forma pensiero si materializza a livello sottile (ovviamente anche noi utilizziamo il corpo astrale - sottile - per viaggiare, per cui la forma pensiero ci sembrerà assolutamente "concreta" per quel livello energetico) ... e ci troveremo circondati da serpenti enormi ... e più la nostra paura si intensificherà (perché non avremo imparato a mettere la mente al servizio del cuore, per cui questa agirà come incontrastata sorgente di pensieri incontrollabili ...) ... più ci troveremo a vivere situazioni destabilizzanti ... dov'è il pericolo? nel rientro affrettato nel corpo, che in preda alla destabilizzazione può avvenire in malo modo creandoci poi problemi nella quotidianità (stati di dissociazione, ad esempio). Purtroppo si parla poco dei rischi e tanto  degli effetti speciali. Per questa ragione insisto sempre molto nell'essere cauti ad avvicinarsi ad un lavoro con i piani sottili, quando si ha ancora molto da risolvere nel piano materiale! Un'ultima precisazione: nell'astrale troviamo tutti i livelli energetici del piano materiale come forme pensiero manifestate ... e qui si apre un altro argomento molto interessante ... nel libro "IL CORAGGIO DI ASCOLTARSI" spiego questi temi, per chi fosse interessato ad approfondirli ulteriormente.

Nessun commento:

Posta un commento