venerdì 23 maggio 2014

STANCHEZZA E RABBIA

Avete mai notato che quando si è particolarmente stanchi e affaticati, diviene naturale essere allo stesso tempo nervosi ed aggressivi? Vi siete mai chiesti perché si tende a scaricare la propria rabbia all'esterno, mostrando poco pazienza e tolleranza verso il mondo circostante?
La risposta è molto semplice. Il nostro corpo ci manda il segnale dell'affaticamento e ci urla: "Fermati e riposa." Noi come missili lanciati a velocità supersonica a rincorrere la nostra vita frenetica, rispondiamo alla chiamata: "Ora non ho tempo, non posso", forti della convinzione che quanto dobbiamo fare sia questione di vita e di morte e che il nostro apporto alla realtà sia determinante per il futuro dell'umanità. Il nostro corpo risponde con l'ammutinamento: disagio, sonnolenza, rigidità (o ti fermi da solo o ti fermo io ...) e noi percependone i limiti ci arrabbiamo tantissimo con lui. Ma non possiamo ammetterlo, in fondo è pur sempre il nostro corpo e ci serve per sfrecciare ai 200 all'ora. Allora troviamo la soluzione perfetta: ci arrabbiamo con tutti un po' e scarichiamo l'aggressività all'esterno! Illusione!!!!Non scarichiamo un bel niente ed infatti, più ci alteriamo e più la nostra energia andrà in quella direzione, incrementando la nostra rabbia.
L'uomo, a volte, è davvero un buffo soggetto!


Nessun commento:

Posta un commento