martedì 17 giugno 2014

IL TEMPO E LE PRIORITA'

Avete mai fatto caso come sia facile perdersi nel flusso dei pensieri e distogliere l'attenzione da ciò che si sta portando avanti nella quotidianità? Inevitabilmente questo atteggiamento comporta una perdita di tempo: la mancata presenza e focalizzazione sul qui ed ora alterano l'armonia naturale determinata dalla coerenza pensiero azione. Si instaura una confusione mentale sempre più fagocitante unitamente ad una percezione di ansia e preoccupazione scatenata dai tanti pensieri incontrollati che sembrano accumularsi, senza sosta, a velocità supersonica. A questo punto continuare a impegolarsi nella palude mentale non può che aumentare la sensazione di affondare sempre più nella melma dei pensieri, incrementando l'attività dispersiva e la perdita di tempo.
E' importante fermarsi e respirare profondamente, interrompendo questo treno di lettere e ordinandone i vagoncini stabilendo delle priorità. Spesso dobbiamo portare avanti tantissime attività durante la giornata, ma l'affrontarle tutte insieme non è possibile e concentrarsi su una, pensando alle altre cento, non fa che disperdere la nostra attenzione dilatando il tempo necessario a portarla a termine. E' utile iniziare la giornata sereni e rilassati con una scaletta flessibile a cui fare riferimento e l'intento di restare centrati sul presente e i suoi movimenti. Quando l'attenzione scivola via, attraverso il respiro riportarla nel qui ed ora. All'inizio sarà un'operazione faticosa, ma poi ne trarremo grande beneficio e questo non farà che stimolare la nostra buona volontà in tal senso. Quando si impara a restare centrati, senza viaggiare con la mente rimanendo agganciati ai suoi mille pensieri, diviene naturale adottare un comportamento flessibile, affrontando anche eventuali contrattempi senza sbuffare come mantici impazziti in preda al flusso emotivo.


Nessun commento:

Posta un commento