sabato 23 agosto 2014

PERCHE' AMIAMO TANTO PREOCCUPARCI?

Perché abbiamo l'abitudine a preoccuparci un po' per tutto? Dobbiamo essere totalmente immersi in qualcosa che ci piace per dimenticarci ...di preoccuparci. Altrimenti la mente inizia a vagolare sul da farsi rinvangando il passato, ipotecando il futuro e perdendosi ... il presente. Difficilmente la nostra attenzione si focalizza sul qui e ora. E' un'attenzione agitata. Confusa da mille pensieri. Il binario della nostra vita non ammette deviazioni verso direzioni sconosciute. Deve essere tutto sotto controllo. L'imprevisto ci destabilizza. Il nuovo ci spaventa. Ma non ci siamo mai soffermati a pensare alla monotonia di una realtà sempre uguale a se stessa. Senza movimento e senza crescita. Ci piace stare abbarbicati alle nostre abitudini e ai nostri schemi mentali. Solo quando viviamo il dolore vorremmo che tutto cambiasse, di punto in bianco. Bella coerenza. Quando siamo sereni invece viva la rigidità e l'immobilità. Ma la vita ci sorprende ogni giorno e in questo è la sua bellezza. Ci porta a rimetterci in discussione, a confrontarci, a crescere. Per imparare ad amarci e ad amare. Per insegnarci il rispetto e l'accettazione. Con grande umiltà.


Nessun commento:

Posta un commento