venerdì 7 novembre 2014

LA RESPIRAZIONE

Estratto da "La spiritualità del corpo" di Alexander Lowen:

Il diritto di essere persona nasce con il primo respiro. L'intensità con cui avvertiamo questo diritto si riflette nel nostro modo di respirare. Se respirassimo tutti come fanno con naturalezza gli animali, il nostro livello energetico sarebbe alto e soffriremmo raramente  di stanchezza o depressione cronica. Ma nella nostra cultura il respiro è per lo più poco profondo e si ha la tendenza a trattenerlo. Peggio ancora non ci si accorge neppure di avere problemi di respirazione.


Il respiro mi ha sempre affascinato. Da piccola ascoltarlo, mi portava lontano e un po' mi faceva paura. Crescendo, ho imparato molto, respirando. 
Il respiro ha aperto le porte all'interiorità, mi ha permesso di imparare il distacco, mi ha insegnato ad accogliere e a lasciare andare. Ha trasformato la mia energia e il mio modo d'essere. Ogni giorno il respiro mi accompagna nel percorso verso la consapevolezza e mi pervade sempre più in profondità. Mi radica alla Terra per condurmi in Cielo. Ormai è mia consuetudine ascoltarlo e comprendere di riflesso il mio stato d'animo e attraverso il respiro alleggerirlo. Respirare a pieni polmoni in riva al mare o in montagna è estremamente tonificante; respirare profondamente per prepararsi al sonno è rilassante. Respirare superficialmente favorisce la tensione nel corpo. Trattenere il respiro è rinunciare a vivere. E tu come respiri?

Nessun commento:

Posta un commento