martedì 6 gennaio 2015

LA CONOSCENZA

Oggi pubblico un estratto particolare, soprattutto considerando che io stessa ho scritto un libro.
D'altra parte lo condivido profondamente in quanto ritengo l'esperienza la base della crescita.
I libri possono offrirci spunti di riflessione per supportare un lavoro consapevole strettamente individuale, ma non devono mai essere accolti senza un'adeguata elaborazione personale.
Ogni percorso è unico esattamente come lo siamo noi.

Estratto da "La paura di vivere" di Alexander Lowen:

"Quando la conoscenza è presentata sotto forma di libro, la gente la rispetta come se fosse sacra. Questo è pericoloso perché rovescia il ruolo della comprensione. Invece di basare la conoscenza sulla comprensione, cerchiamo di far derivare la nostra comprensione dalla conoscenza. E' come capovolgere una casa e farla poggiare sul tetto. Nessun genitore può capire un bambino leggendo libri sulla psicologia del bambino e nessun terapeuta può capire un paziente studiando un libro di psicologia clinica. La comprensione è un processo di empatia che dipende dalla risposta armonica di un corpo a un altro corpo."


Nessun commento:

Posta un commento