lunedì 22 giugno 2015

COMPRENSIONE

Ho sempre ricercato comprensione al vissuto e spesso è capitato di dovermi accontentare di vivere gli eventi, affidandomi. La comprensione sarebbe arrivata a distanza di mesi. 
Aver fiducia in una situazione di dolore è una bella sfida. All'inizio non ci sono problemi, ma alla distanza, quando le forze vengono meno, è assai più faticoso.
Forse la fatica risiede nel dover dipendere da altri, nell'immobilità della situazione o nell'incapacità a gestirla. 
Le energie non possono venir manifestate, ma sono richieste all'interno, per un processo rielaborativo di cui non si ha consapevolezza. L'immobilità esteriore vela la mobilità interiore e aver fiducia è l'unica via. Un giorno sull'altro: fiducia che il Dao si stia muovendo per il mio sommo bene al di là di quello che la mia mente inferocita giudica.
Inspirando fiducia ed espirando fiducia. Imparando a convivere sempre più in profondità con se stessi.


Nessun commento:

Posta un commento