domenica 2 agosto 2015

SAI PERCHE' TI COMPORTI IN UN DETERMINATO MODO?

Ti sei mai soffermato a riflettere sulle cause che scatenano il tuo comportamento o ti accontenti di accettarne la manifestazione?
Questa riflessione mi piace un sacco. Rispecchia il mio profondo bisogno di comprensione.
Se non conosco le cause, non sarò mai in grado di prevedere gli effetti del mio operato. Posso riconoscere ciò che sta per accadere solo in base a ciò che è stato. Quando agisco nell'ambito della relazione, non posso valutare le mie azioni solo secondo i miei criteri: la verifica emergerà inevitabilmente dal giudizio dell'altro.  Se l'intento che dirige la mia azione è di bene, raccoglierò bene. Se l'intento che dirige la mia azione è filtrato da emozioni di rabbia, invidia, gelosia, raccoglierò i loro frutti. 
La purezza dei miei pensieri determina il corso della mia vita. Se il giudizio caratterizza ogni mio pensiero, le azioni non potranno che creare separazione e divisione.
Non è semplice acquisire il distacco necessario a osservare il mondo con amore in qualunque modo esso si manifesti. Questo non significa condividerne ogni dimensione, ma imparare ad accettare tutte le infinite sfaccettature che lo compongono, senza giudicarle.
Nel momento in cui le giudico, infatti, faccio parte io stesso del mondo che tanto disprezzo.



Nessun commento:

Posta un commento