sabato 19 settembre 2015

VOLTARE PAGINA

Spesso nella vita tendiamo a trattenere le cose insieme ai ricordi. Immagino che tutti abbiano in un angolo recondito della casa qualcosa, legato al passato, che racchiude dei ricordi particolari a cui ogni tanto si torna giusto per coccolarsi un poco. Un luogo magico dove il passato è gioia e fa piacere rammentarlo. 
Spesso tendiamo a trattenere molto vividi i ricordi dolorosi e a lavare con un colpo di spungna quelli sereni. Il dolore lascia ferite aperte, la felicità è data per scontata e quell'oggetto lo teniamo proprio per non dimenticare che al di là di tutto, non è affatto così. Il nostro passato ha racchiuso infiniti momenti di gioia, anche se spesso non dedichiamo tempo a ricordarli mentre siamo impegnati a recriminare su ciò che non è andato bene. 
Arriva però un momento nella vita in cui bisogna scegliere di trattanere questo insegnamento nel cuore e lasciar andare l'oggetto fisico che ce lo ricorda. Che sia un trasloco, una scelta di riordino per fare spazio o semplicemente un essere pronti a farlo ha poca importanza. Voltare pagina è indispensabile per aprirsi a nuove esperienze con la consapevolezza che il nostro passato nella sua interezza di gioie e dolori ci ha reso chi siamo oggi.
A volte staccarsi dai ricordi è difficile, mette tristezza. Ci sta. Ma si tratta di un attimo... se dura più a lungo e porta a trattenere gli oggetti invece di lasciarli andare, è importante chiedersi come mai risulti così difficile vivere nel presente, aprendosi al fluire della vita. 
Generalmente è la paura a dettar legge... come se il lasciar andare ci togliesse qualcosa per sempre e la vita non ci riservasse più altri momenti così belli. Irrazionale vero? La paura lo è sempre.




Nessun commento:

Posta un commento