lunedì 14 marzo 2016

LE SCELTE DI CUORE

Oggi desidero riflettere sulle scelte di cuore. Il più delle volte sono scelte che remano contro la corrente del conformismo, sono scelte faticose e non comprese.
La scelta di cuore si basa su due pilastri fondamentali: il rispetto e l'accettazione.
Per quanto riguarda noi stessi, la scelta di cuore ci porta a confrontarci con i nostri schemi mentali, con le nostre aspettative, con i nostri attaccamenti  e con il nostro stesso giudizio.
La realizzazione dell'essere si espande verso la libertà e non si indirizza al successo materiale o alla ricerca di stabilità e sicurezze materiali. Inevitabile lo scontro tra quello che si è nel cuore e quello che si vorrebbe essere nella realtà. 
L'impalcatura dell'immagine o del ruolo che ci siamo prefissati per sentirci sicuri soffoca il cuore nella prigione dorata delle nostre illusioni.  Disgregare quell'impalcatura ci pone di fronte al cambiamento, una trasformazione che ci coinvolge profondamente e che spesso ci appare come la perdita di qualcosa di nostro assolutamente necessario. Assumersi la responsabilità di una scelta coerente con il sentire richiede grande coraggio: si possono dispiegare interamente le ali della libertà solo spiccando il volo nel vuoto e riponendo fiducia nelle nostre capacità.
Ampliando il grandangolo possiamo riflettere sulle scelte di cuore che facciamo nelle nostre relazioni tra adulti. Se accettiamo l'altro e lo rispettiamo, non cercheremo di controllarne le azioni o di vincolarne l'andamento. Se ci verrà richiesto, potremo offrire spunti di riflessione oggettivi e in assenza di giudizio sulle responsabilità legate a una determinata scelta per favorire una presa di consapevolezza, ma i limiti di un sano rispetto non dimenticano mai che la mia libertà finisce dove inizia quella dell'altro. Questo ci permetterà, se non condividiamo le scelte fatte da chi ci sta vicino, di rispettarle in silenzio,  ritenendoci liberi di  non supportarle.
Ognuno di noi si trova a vivere la vita scelta prima di incarnarsi con le difficoltà necessarie a stimolare una crescita evolutiva consapevole. Commettendo errori, scontrandosi con esperienze dolorose, si acquisisce umiltà e si impara a rimettersi in discussione, rialzandosi più forti e consapevoli. Il rispettare che ognuno possa godere del suo percorso appieno è amore. Lo spianare la strada a chi vogliamo bene, con la convinzione di amarlo, è solo un dilazionare il momento in cui si troverà solo di fronte alle difficoltà senza l'esperienza a supportarne l'azione.




Nessun commento:

Posta un commento