martedì 20 settembre 2016

RIFLETTIAMO SUL POTERE

" Più potere abbiamo, più ci sembra di sentirci sicuri. Chi confida nel potere ha sempre l'impressione di non averne abbastanza per una sicurezza totale. E questo perchè la sicurezza totale non esiste. E il nostro potere sulla natura o sui nostri corpi è certamente limitato. 
....
La fiducia nel potere come garanzia di sicurezza è un'illusione che mira la vera fede nella vita e conduce inevitabilmente alla distruzione. A parte il fatto che non si riesce mai ad avere abbastanza potere, c'è anche la possibilità di perderlo. Al contrario della fede, il potere è una forza impersonale e non fa parte dell'essere di una persona. Può passare ad un'altra persona o ad un'altra nazione. Siccome il potere è concupito, chi lo possiede è oggetto di invidia. Se non altro, non può riposare tranquillo e sicuro, perchè sa che altri stanno eternamente tramando per toglierglielo di mano. Così il potere crea una strana contraddizione: mentre sembra fornire un certo grado di sicurezza esterna crea uno stato di insicurezza sia nell'interno dell'individuo, sia nei rapporti con gli altri."

Lowen - La depressione e il corpo


Bellissima riflessione di Lowen. In una realtà in cui molti ricercano il potere nella materialità si è perso di vista il potere interiore della libera scelta. 
La nostra attenzione puntata all'esterno ci distoglie dalla consapevolezza di sottostare a molte delle situazioni in cui siamo coinvolti per l'incapacità ad assumerci la responsabilità di una scelta al di là degli schemi dell'educazione e del giudizio. Abbiamo  così paura di perdere l'immagine che ci siamo costruiti da soffocare la nostra natura più profonda in favore di un potere illusiorio che ci faccia sentire vivi. 

Nessun commento:

Posta un commento