martedì 2 maggio 2017

PROVARE GRATITUDINE VERSO LE DIFFICOLTA'

"Ciò che rimette in questione le vostre abitudini vi fa crescere.
Ciò che rimette in questione le vostre pretese vi fa maturare.
Ciò che soddisfa il vostro ego stimola la vostra stupidità.
La vita è per servire, non per possedere."





Eric Baret ci offre un bel cambio di prospettiva. Se ci riflettiamo profondamente, possiamo intuire quanta vita sia presente nelle difficoltà. Vita intesa come movimento, come apertura all'universo. Nelle sicurezze stiamo molto bene, certo, ma restiamo immobili, fedeli all'immagine di noi stessi, ai nostri schemi mentali, alle nostre abitudini. E nella cristallizzazione non può esservi maturazione nè crescita.
Il dispiegarsi della vita come scuola esperienziale diviene efficace quando ci porta a rimetterci in discussione, a osservarci, a comprenderci. Le difficoltà evidenziano i nostri attaccamenti, puntano i riflettori sulle nostre paure e aprono il confronto con le nostre debolezze affinchè, attraverso la visione, sia possibile accoglierle, elaborarle, trascenderle. Provare gratitudine verso le difficoltà è, in quest'ottica, un primo passo verso la consapevolezza di chi siamo, al di là di quello che pensiamo di essere. 

Nessun commento:

Posta un commento